COMUNICATO DEL 22 GIUGNO 2019

COMUNICATO del 22/06/2019

Abbiamo aspettato qualche giorno ma non possiamo continuare a far finta di nulla. Quest’anno saranno  state  pur  risolte  diverse  problematiche  relative  alla  piattaforma  NOIPA  ma, nostro malgrado,  si  continuano a registrare enormi  ritardi  nei  pagamenti.  Riceviamo  quotidianamente  diverse segnalazioni  da personale  che  ancora  non  ha percepito  gli  emolumenti  relativi  al  periodo di impiego nell’operazione Strade Sicure del secondo semestre dell’anno 2018, a cui si aggiungono gli ordinari tempi biblici circa la corresponsione dei Compensi Forfettari di Impiego e di Guardia. Della serie “al peggio non c’è mai fine”, ecco arrivare il rallentamento relativo al pagamento del FESI – Fondo per l’Efficienza dei Servizi Istituzionali che, negli anni, era diventato una sorta di mini quattordicesima mensilità con cui gestire le meritate vacanze estive, senza dimenticare, proprio per non farci mancare nulla, la mancata applicazione del decreto “defiscalizzazione” che avrebbe consentito uno sgravio sull’imposta sul reddito delle persone fisiche per il personale militare avente un reddito inferiore a 28.000 euro. Su quest’ultimo punto, pensate che anche i pochi che fino all’altro giorno sottolineavano la presenza di un clima disteso, testimoniato da selfie sorridenti a braccetto con i  membri del Governo, ora sembra stiano facendo la voce grossa.

Non dimentichiamoci che il personale impiegato in operazione sostiene spese per mangiare un  pasto più sostanzioso  di  quello  offerto ovvero  per  tornare dalla  propria  famiglia, talvolta anche a centinaia di kilometri di distanza.  Alla luce di quanto esposto, speriamo in una presa di coscienza degli organi competenti affinché trovino delle soluzioni nel breve termine per ristabilire il giusto bilanciamento tra diritti e doveri. Nell’attesa, breve o lunga che sia, siamo sicuri che il personale continuerà a svolgere il lavoro al meglio, lontano da casa, con barbe e capelli curati e stivaletti lucidi, in attesa della prossima ispezione.

Chiudi il menu